CaniGatti.com

Vai allo shop

Vedi cosa abbiamo per te

+39 328 4848106

Tel. e WhatsApp

CaniGatti.com

Vai allo shop

Vedi cosa abbiamo per te

+39 328 4848106

Tel. e WhatsApp

Antiparassitari per cani, proteggiamoli d’estate

Tra le principali operazioni da compiere per la cura del nostro amico a quattro zampe, c’è senz’altro quella di controllarlo regolarmente; al fine di proteggerlo da possibili malattie future e, soprattutto, dai parassiti. Tra questi ci sono zecche, pulci e vermi intestinali che possono portare ad infezioni molto pericolose. Ma non solo, questi organismi se non bloccati in tempo possono anche comportare la morte del cane nei casi più gravi.

Ecco perché è veramente importante sapere quando iniziare la somministrazione del corretto antiparassitario nel cane, e con quale frequenza ripeterla. In vendita esistono molti tipi di antiparassitari per cani differenti tra loro per tipologia e metodi di somministrazione.

Antiparassitari, cosa sapere

La cosa principale è sapere che ogni cane, sin da cucciolo, ha bisogno di regolari visite veterinarie. Una buona prassi sanitaria del nostro cane deve prevedere:

  • La sverminazione.
  • Un primo trattamento antiparassitario a partire dal primo mese e sino ai sei mesi di vita. In questo lasso di tempo il trattamento va ripetuto tra i 15 ed i 30 giorni, a seconda del tipo di trattamento.
  • A partire dai 6 mesi di vita del cane, l’antiparassitario va somministrato una volta circa al mese.

Sono vari i tipi di trattamenti antiparassitari disponibili in commercio e variano, dalle gocce alle tavolette, dalle compresse alle iniezioni sottocutanee, dalle pipette ai collari; ognuno di essi comporta una specifica posologia e somministrazione, è consigliabile seguire le indicazioni del veterinario di riferimento.

I parassiti principali che affliggono il cane

Vermi a parte, per i quali bisogna eseguire una routine molto precisa e rigorosa, i principali parassiti del cane sono essenzialmente pulci e zecche. L’estate è la stagione prediletta da questi parassiti, è opportuno pertanto che gli antiparassitari per cani siano somministrati per tempo, assumendoli lungo l’intero anno.

Sia pulci che zecche, pur avendo un ciclo vitale molto breve, depongono migliaia di uova che si schiudono in continuazione. Non vanno sottovalutate nemmeno le zanzare, poiché tramite la loro puntura si potrebbe diffondere nel cane il parassita della filaria; a seconda del tipo di parassita il cane potrebbe ammalarsi anche in modo estremamente grave rischiando addirittura la vita.